Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy

La certificazione forestale

La certificazione forestale oltre a essere uno degli obiettivi di valorizzazione del PAFR, rappresenta un impegno specifico previsto nella “Politica Ambientale, della gestione Forestale Sostenibile e della Salute e la Sicurezza sul Lavoro” dell'Unione.

Cos'è

L’Unione, in continuità con l’attività intrapresa dalla disciolta omonima Comunità Montana, ha riconseguito a dicembre 2016 la certificazione forestale secondo gli schemi riconosciuti a livello internazionale FSC® (FSC-C106479) (Forest Stewardship Council) e PEFC™ (license code – GFS003039) (Programme for Endorsement of Forest Certification Schemes) estendendola all’intero complesso forestale regionale ‘Colline Metallifere’. In occasione della revisione del 2016 l’Unione ha incluso nella certificazione anche la ‘Catena di custodia’ (Chain of custody - CoC) ovvero la possibilità di qualificare le produzioni forestali provenienti dal patrimonio quale contributo allo sviluppo quali/quantitativo della filiera forestale e delle aziende che operano con l’Unione.

A chi si rivolge

Sebbene nel 2021 la superficie certificata PEFC sia passata a 13.608,53 ettari mentre la superficie certificata FSC a 14.320,21 a causa dell’esclusione dalla certificazione delle porzioni di territorio coincidenti con l’unità poderale “Le Piane – Poggione – Macchia al Toro”, affidata in concessione a terzi per finalità agricolo/zootecniche, il complesso Colline Metallifere resta il più grande comprensorio certificato della Regione Toscana nonché uno dei pochi in Italia con entrambi gli standard di certificazione.

Prerequisito fondamentale per accedere alla certificazione è stato il completamento della pianificazione forestale, attraverso la redazione dei Piani di Gestione. La certificazione rappresenta il raggiungimento di un impegno specifico previsto dal Piano Regionale Agricolo Forestale nell’ambito di valorizzazione dei Patrimonio Agricolo Forestale Regionale.

Cosa serve

La certificazione forestale è uno strumento volontario che consiste nel riconoscimento, da parte di un apposito organismo di certificazione, un Ente terzo, di applicazione da parte dell’Unione delle norme:

  • PEFC ITA 1000:2015 - Descrizione dello schema PEFC Italia di certificazione della Gestione Forestale Sostenibile

  • PEFC ITA 1001-1:2015 - CRITERI E INDICATORI PER LA CERTIFICAZIONE INDIVIDUALE E DI GRUPPO DI GFS

  • FSC-STD ITA 01-2017 V.1.0 - Standard FSC di Gestione Forestale Nazionale

Il PAFR Colline Metallifere è certificato secondo schemi FSC e PEFC di seguito descritti.

FSC è un'organizzazione internazionale non governativa, indipendente e no-profit, nata nel 1993 che ha lo scopo di promuovere una gestione delle foreste nel mondo che sia rispettosa dell'ambiente, socialmente utile ed economicamente sostenibile. La certificazione FSC, è una certificazione a carattere volontario che prevede il rispetto di 10 Principi e 70 Criteri di gestione forestale responsabile, definiti e mantenuti aggiornati da FSC con la partecipazione di tutte le parti interessate e dettagliati e adattati alle condizioni locali. La certificazione della Catena di Custodia (COC) è il meccanismo che garantisce la tracciabilità dei materiali provenienti da foreste certificate FSC ed è indispensabile per poter etichettare con il logo FSC i prodotti. FSC è presente anche in Italia dal 2001. Per ulteriori informazioni: https://it.fsc.org/it-it

PEFC, Programme for the Endorsement of Forest Certification schemes, non governativa, indipendente e no-profit,  nata nel 1989  che promuove la gestione sostenibile delle foreste adottando una politica di organizzazione “ombrello” globale, basato cioè sul mutuo riconoscimento di schemi di gestione forestale nazionali. Gli standard PEEC prevedono 6 criteri e 54 indicatori e linee guida come base per gli standard nazionali, finalizzati a garantire la sostenibilità sociale, economica ed ambientale della gestione forestale.

Il certificato di Catena di Custodia PEFC è la condizione essenziale per una azienda che vuole usare il marchi PEFC sui propri prodotti realizzati con materia certificata PEFC. PEFC è presente in Italia dal 2001. Per ulteriori informazioni: https://www.pefc.it/.

Come si ottiene

La certificazione offre numerosi vantaggi che l’Unione intende cogliere e sviluppare e che si configurano come opportunità anche per i territori circostanti il complesso forestale. Innanzitutto, la certificazione consente all’Unione di orientare la gestione delle foreste verso modelli basati su principi riconosciuti validi a livello internazionale, dando garanzia alla collettività che la propria gestione e organizzazione, proprio perché valutata da soggetti indipendenti e di parte terza, è efficace ed efficiente, oltre che trasparente.

Dal punto di vista della comunicazione, la certificazione consente di farsi conoscere, esercitando con ciò un potere attrattivo nei confronti dei fruitori e in particolare dei turisti del centro e nord Europa particolarmente sensibili alle tematiche ambientali e che apprezzano la presenza di enti e strutture impegnati in tal senso.  Oltre alla conoscenza diretta in loco, i sistemi di certificazione forestale FSC e PEFC sono conosciuti, pubblicizzati e supportati in tutto il mondo e ciò consente di entrare in un network mondiale, che contribuisce a dare visibilità e a promuovere le Colline Metallifere.

L’esperienza dell’Unione nella gestione forestale sostenibile è riportata nell’articolo al seguente link: https://ancitoscana.it/attivita/montagna/sportello-montagna/3226-la-foresta-modello-associazione-foresta-modello-delle-montagne-fiorentine.html
 

Documenti

  PDF222,2K Richieste e reclami - GFS.pdf
  DOC2,3M La pianificazione delle foreste certificate .doc